L’ESPERIENZA A MALMӦ – Erasmus+ “Step by Step”

Condivisione dell'esperienza a MALMӦ(SVEZIA) dal 06/03/2023 al 10/03/2023 di due docenti del Majorana

Durante i giorni trascorsi a Malmo abbiamo fatto “job shadowing” ossia visitato diverse scuole svedesi entrando nelle classi e parlando con gentilissimi docenti, alunni, DSGA ed DS che ci hanno spiegato il loro metodo di lavoro e come hanno risolto i problemi legati alla digitalizzazione. Eravamo in un gruppo con 15 colleghi belgi e 5 portoghesi.

L’obiettivo del corso era:  sviluppare capacità di leadership su come organizzare l’istruzione per gli studenti in una scuola digitale.

Il processo di digitalizzazione svedese prende spunto da un programma irlandese DSO del 2010, viene implementato dal governo e gestito da ogni singola municipalità. Quella di Malmo è stata gestita dalla Municipalità di Malmoe.

L’EU riprende il suddetto piano ed elabora il DSOE finanziato da 11 partner tra cui l’Italia.

L’esperienza è stata interessante da tanti punti di vista, compreso quello dell’organizzazione logistica delle aule di studio che erano attrezzate con banchi modulari con rotelle, LIM, una zona break ed era possibile utilizzare le pareti per evidenziare concetti importanti condivisi durante le lezioni. Parecchio ci ha colpito l’organizzazione delle lezioni secondo uno schema prestabilito che, mediante contenuti digitali, deve permettere agli studenti di produrre(learning by doing) un elaborato al termine di ogni lezione che costituisca un importante feedback per il docente. Inoltre abbiamo compreso che la didattica innovativa  digitale non è la soluzione unica per rendere al passo coi tempi, accattivanti ed interessanti le lezioni ma si deve alternare diverse modalità e tenere sempre il discente al centro del suo progetto di crescita ed apprendimento.

Tra le altre attività svolte abbiamo lavorato su Selfie, una piattaforma di particolare interesse che suggeriamo ai colleghi: https://education.ec.europa.eu/it/selfie

Selfie è strumento internet gratuito e personalizzabile che aiuta le scuole a valutare la propria situazione in relazione all’apprendimento nell’era digitale attraverso le opinioni anonime di studenti, insegnanti e dirigenti.

Nel ringraziare la DS e la commissione progetti per questa splendida opportunità che ci ha coinvolti, vorremmo evidenziare che lo stato italiano, in occasione dell’emergenza COVID ed ora con il PNRR, ha fornito e fornirà le scuole di tecnologie e dotazioni adeguate( e migliori di altre nazioni quali Portogallo e Belgio) ma  sta a noi utilizzarle meglio.

Proff. Matteo Renzulli e Donato Masellis